Chi siamo

Nel beghinggio di Dendermonde (Termonde)

Buon giorno. Mi chiamo Silvana Panciera e con l’aiuto del mio amico Philippe Hensmans ho deciso di creare questo sito per condividere i frutti di numerosi anni di ricerche sul movimento beghinale. L’informazione è “open free”, ma grazie di citarne la fonte.

Il mio interesse per le beghine risale a una mostra tenutasi a Bruxelles nel 1994, dal titolo Il giardino segreto dell’anima, che portava su diverse forme di spiritualità femminile. Su un pannello della mostra si leggeva “Il movimento beghinale sarebbe forse il primo movimento femminista ? ”Questo interrogativo è stato il punto di partenza di una ricerca che continua da allora, che mi ha portato durante due anni a visitare tutti i beghinaggi del Belgio e che mi ha sempre più spinta a voler far conoscere  e riabilitare questa storia al femminile. Una forma di giustizia postuma verso grandi protagoniste, donne combattute, represse, misconosciute, ignorate  e a volte anche derise.

Eccone le tappe.

Nel 2009 esce in lingua francese Les béguines (Éditions Fidélité), un libro divulgativo che ottiene un notevole successo e viene ristampato nel 2012.

Nel 2010 viene prodotto il DVD All om all, Alla scoperta del movimento beghinale in Europa,  in quattro lingue (EN-FR-IT- NL), disponibile su Youtube.

Nel 2011 l’editrice Gabrielli pubblica l’edizione italiana, Le beghine. Una storia di donne per la libertà, con la prefazione di Marco Vannini.

Nel 2013, sono pronte due traduzioni, in inglese e in tedesco. La prima The Beguines è disponibile su formato ebook.

L’edizione tedesca Die beginen (Edition Octopus) usce in forma cartacea nell’aprile 2014.

Nel 2015, è la volta di Tre voci per l’amore, in collaborazione con l’iconografa Martina Bugada, dove figurano le icone e un’antologia di testi di tre celebri beghine : Mechthild di Magdeburg, Hadewijch e Marguerite Porete.

Dal 2014, attraverso la News Letter Beguines, invio regolarmente  informazioni sul movimento beghinale di ieri e di oggi.

Beghinaggio di Anversa
Statua di beghina

Dal 2016, ho intrapreso la realizzazione di questo sito che mi richiederà un bel po’ di tempo. In esso é  racchiuso l’omaggio a quelle decine di migliaia di donne che dalla fine del 1100 alla fine del 1900, hanno vissuto un’avventura esistenziale da molti osteggiata, da troppi ignorata e da alcuni anche derisa. Esse avrebbero invece molto da insegnare a noi donne e uomini del XXI° secolo sulle profondità dell’amore e sulla santificazione nella libertà.

In questo breve video, potete vedere la presentazione del libro “Le Beghine”, presso la Biblioteca diocesana di Brescia, il 13 luglio 2016:

 

La Newsletter

La Newsletter “Beguines”vi informa su beghinaggi e beghine di ieri e di oggi. Potete collaborare anche voi inviando notizie utili a info@beguines.info

Iscriversi alla Newsletter è anche un modo per restare in contatto Per fare questo andate su  https://tinyletter.com/Beguines o inviate la vostra mail a info@beguines.info

Ecco le più recenti News con, tra parentesi, la data del loro invio :

Beguines & Witches (21-01-2020)

È stato a volte detto che le beghine erano anche streghe. Falso. Sebbene il mondo beghinale e quello della stregoneria fossero prevalentemente e tipicamente femminili, le due categorie non sono assimilabili nonostante abbiano subito accuse a volte simili. A riprova, il canonico Félix Hemmerlin (+1458), che si occupa sia di beghine che di streghe, non ha citato alcun esempio di strega beguine. Una chiara distinzione si può trovare anche nel Formicarius del domenicano Jean Nider (+1438). Urbane le beghine, rurali le “streghe”, queste ultime sono generalmente donne povere, mentre nel mondo beghinale la stratificazione sociale è ben rappresentata. Inoltre, il tratto esclusivo della cosiddetta strega è di avere un potere malefico a causa della sua alleanza con il diavolo.
Nel Comune di Nave (BS), a circa 40 km dal mio domicilio, è vissuta Benvegnuda Pincinella, una donna messa al rogo come strega nel 1518. 500 anni dopo, nel 2018 dunque, l’amministrazione comunale, ha posto all’entrata della sua casa una targa riabilitativa nella quale riconosce le sue doti di guaritrice e afferma che stereotipi, ingiustizia e discriminazione furono all’origine del suo martirio. Con la mia amica Laura, su questa targa abbiamo posto un fiore in sua memoria.

New beguinal group in Switzerland (22-11-2020)

Sarete senza dubbio d’accordo con me sul fatto che questa Newsletter ha anche lo scopo di promuovere i contatti. Per questo vi mando la bella notizia che ho appena ricevuto: in Svizzera è nato un nuovo gruppo beghinale. Il testo qui sotto della sua presentazione è stato discusso dal gruppo stesso e mi è stato inviato da Myriam e Franziska. È importante sapere che qua e là nascono nuove iniziative béghinali e fare in modo che si conoscano. Tanti auguri di buon cammino alle nostre beghine di Berna e Langenthal dalla Beguines Newsletter:

“Nell’autunno 2019, alcune donne svizzere (tutte di lingua tedesca: Myriam, Franziska, Kristina. Rosemarie e altre, di Berna e Langenthal), che si considerano” beghine moderne “, si sono incontrate a Berna e hanno deciso di restare in contatto . Avevamo programmato di incontrarci due volte l’anno, ma purtroppo, dato il coronavirus, da allora non è stato possibile. Ma il web ci aiuta mentre ci teniamo in contatto elettronicamente inviandoci notizie di tanto in tanto La nostra motivazione è vivere una spiritualità cristiana moderna e attiva, pur mantenendo la nostra indipendenza istituzionale e intellettuale. Abbiamo tutte una certa età – 50 anni o più – e un certo gusto per l’autonomia. I nostri legami non sono Istituzionalizzati Ci sosteniamo a vicenda attraverso la nostra pratica di preghiera e meditazione quotidiana, ognuna per sé ma sapendo che anche le altre sono impegnate su questa strada. Viviamo il nostro impegno cristiano (per es. nella nostra parrocchia, prestando particolare attenzione alle persone svantaggiate nei nostri incontri professionali, essendo coinvolte nei punti di incontro, ecc.) come donne indipendenti, ancorate alla terra, aperte al cielo, radicate nella vita quotidiana, ovunque ci è stato dato di vivere. Le due beghine di Berna sono membre del “Dachverband der Beginen e.V.” tedesca. Siamo felici di beneficiare di una rete internazionale.” Il gruppo ha un sito web (in tedesco): www.beginen.ch. Per avere un contatto o altre informazioni potete scrivere a: beginen-bern@beginen.ch

Beguinal calendar 2021 (27-10-2020)

L’assemblea generale delle socie del  “Nel giardino delle Beghine” tenutasi a Mantova sabato 24 ottobre relazionava il secondo anno di vita di questa nuova e dinamica associazione. Tutti i posti autorizzati dalle misure anti Covid, una ventina, erano occupati, ma per allargare la partecipazione la gentile Alessia ha eseguito una registrazione ora disponibile su Youtube.
Graditissima sorpresa, in questa occasione è stato presentato il calendario delle beghine 2021 in cui in ogni mese viene descritta una beghina (tradizionalo o contemporanea) che in quel mese è nata o rinata, attraverso la morte, ad altra vita. Troverete qui sotto la lista delle beghine menzionate, con l’inclusione in agosto anche di un loro ispiratore: Bernardo di Chiaravalle. Non siamo sesssite perbacco !
Se volete procurarvelo (spedizioni in Italia) grazie di versare la somma di 7 euro al conto IBAN IT76S0501811200000016754582 intestato al Giardino delle beghine, via Dugoni 12 – Mantova, indicando chiaramente il vostro indirizzo per il successivo invio e nella causale “calendario 2021”. Per altre destinazioni, scrivere a : nelgiardinodellebeghine@gmail.com
Nella registrazione disponibile su https://www.youtube.com/watch?v=h9v5K3fbPOQ è ripreso – dal 30° all’82° minuto – anche il mio intervento dal titolo “Gli approdi mistici delle beghine“. Piccola correzione : il Concilio che ha riaffermato la dottrina  della transustanziazione è Laterano IV nell’anno 1215.
E nonostante questi tempi difficili, come direbbe Miss Marx : “Sempre avanti“.

Las Beguinas. Mujeres por la libertad (22-09-2020)

Per il mio settantesimo compleanno che cade in settembre, mi sono fatta un regalo davvero speciale: la pubblicazione anche in spagnolo del mio lavoro sulle beghine. Dopo una prima edizione in francese nel 2009, sono seguite varie traduzioni con relative edizioni: in italiano (2011), in inglese (2013), in tedesco (2014). Ora una anche in spagnolo. La presenza delle “Beatas” in Catalogna e in tutta la Spagna nonché gli incoraggiamenti di Sandra (traduttrice del testo dal francese, grazie Sandra) e l’aiuto del prezioso Roberto per la copertina mi hanno convinta al passo…doble! L’edizione che troverete al seguente link https://www.amazon.com/Las-Beguinas-Mujeres-libertad-Spanish-ebook/dp/B08JKC4W63/ref=sr_1_1?dchild=1&keywords=silvana+panciera&qid=1600754659&s=books&sr=1-1 non è però la traduzione del testo originale, bensi una vera nuova edizione, molto più ricca e approfondita della precedente, che anticipa quelle che seguiranno in italiano, francese e inglese. L’ordine linguistico delle edizioni è cronologicamente diverso, ma lo scopo rimane lo stesso: raccontare al maggior numero di persone, e quindi in diverse lingue,  questa avvincente storia di donne ebbre d’amore e di “santificazione nella libertà”. Grazie di unirvi a me nel farla conoscere.

Per leggere le Newsletters dell’anno 2020
Per leggere le Newsletters dell’anno 2019
Per leggere le Newsletters dell’anno 2018
Per leggere le Newsletters dell’anno 2017