Altre nei Paesi Bassi

Cornelia Catherina FRIJTERS (+1990)
Ultima beghina olandese, muore  a Breda nel 1990.

Gertrude di OOSTEN (o di DELFT) (+ 1358)

Statua di Gertrude van der Oosten a Delft, Wikipedia

Gertrude van der Oosten (o Gertrude di Delft) è una beghina olandese che ha ricevuto le stimmate ed è considerata una mistica. Nasce a Voorburcht, in Olanda, da genitori contadini, ed entra poi in servizio domestico a Delft. Il suo cognome Van Oosten, o “dell’Oriente”, deriva dalla sua abitudine di cantare un inno che inizia con: “Het daghet in den Oosten”, cioè “La luce del giorno irrompe nell’Est”, che si ritiene abbia composto lei stessa. Dopo aver vissuto per molti anni una pia vita, Gertrude ottiene l’ammissione nel beghinaggio di Delft. Qui, si avvale delle ampie opportunità di contemplazione accordate dalla vita in questa comunità. Aveva una grande devozione per i misteri dell’Incarnazione, specialmente per la Passione di Cristo. Si ritiene che abbia ricevuto le stimmate. Ella implorava Dio che questa grazia potesse essere ritirata, e la sua preghiera era ascoltata nella misura in cui il sangue cessava di scorrere, ma i segni delle Stimmate rimanevano. Ha dimostrato anche di aere il dono della profezia.
Gertrude muore nel giorno della festa dell’Epifania il 6 gennaio 1358 ed è sepolta nella chiesa di San Ippolito a Delft, poiché il beghinaggio non aveva una sua chiesa e un cimitero. Il suo nome non è mai stato iscritto nel Martirologio romano, anche se è stata commemorata in vari altri. Il suo culto è puramente locale.
Fonte : Wikipedia

Maria VAN HOUT o di OSTERWIJK (+1547)
La beghina Maria visse a Osterwijk, nei pressi di Tilburg, nei Paesi Bassi, dove morì nel 1547. È citata da P. Dinzelbacher – D.R. Bauer, Movimenti religiosi mistica femminile nel Medioevo, Cinisello Balsamo, 1993